Torino-Bari 1-1, le pagelle del posticipo di Serie B

Giampiero Ventura

 

Ecco le pagelle di Torino-Bari:
TORINO

Coppola 6: tra i pali buona prova, senza dover intervenire in particolari circostanze.
Darmian 6: buona prova nel primo tempo, con passo e gamba. Pericolose le sue percussioni, buono in fase difensiva. A inizio ripresa esce per un problema fisico causato da una brutta spaccata.
(49′ D’Ambrosio) 6: svolge il suo lungo la corsia di destra.
Di Cesare 6: prova di spessore al centro della difesa, dove alza un muro di fronte agli attaccanti del Bari.
Pratali 6,5: sostituisce Ogbonna e lo fa col piglio del grande campione. Un’occasione quella che gli è capitata stasera colta al volo.
Parisi 6.5: buone percussioni sul battente di sinistra, non traspare emozioni contro la sua ex squadra. Gioca una buona partita.
Iori 7,5: è la vera mente del Torino di Ventura! Gioca una partita straordinaria sotto tutti i punti di vista. Stop & go ruba palla e fa ripartire l’azione. Entra anche nell’azione del goal di Antenucci con un lancio da grande interprete.
Basha 6: il lavoro oscuro a centrocampo lo pone come uno tra i protagonisti silenziosi di questo Torino capolista.
(63′ Vives) 6: partita equilibrata quando entra in campo per dare fiato al centrocampo.
Stevanovic 5.5: un pò fuori dalla manovra, quando accelera dimostra che può fare male ma lo fa davvero poco.
Bianchi 6,5: gioca una grande partita al centro dell’attacco, con peso e qualità. Si fa espellere dopo l’ennesimo contrasto con Borghese, cadendo nelle provocazioni del difensore del Bari.
Sgrigna 6,5: tanta corsa e buona qualità. Quando parte palla al piede non ce n’è per nessuno. Non trova la porta per una serie di circostanze dove un pizzico di fortuna non avrebbe guastato.
(77′ Ebagua) 6: importante il suo apporto alla causa, da peso all’attacco.
Antenucci 6,5: sulla corsia sta imparando a giocare ad alti livelli. Bravo nella corsa e nello spunto, uno di questi porta al goal del 1-1.

All. Ventura 7: il suo Torino è squadra matura e non importa se stasera non sono arrivati i tre punti. La continuità di rendimento sta dando una grande mano anche a livello psicologico.

BARI
Lamanna 6,5: grande parata su Sgrigna di piede nel primo tempo, ottima reattività in diverse occasioni. Quando Antenucci lo salta involato al goal non può fare molto.
Ceppitelli 5.5: l’attacco veloce del Toro lo mette in difficoltà, migliora nella ripresa dopo un primo tempo da notte dell’horror.
Borghese 6: a fronte di giocatori nettamente più veloci ci mette il fisico e l’esperienza. L’unico che prova a reggere una difesa traballante. Con Bianchi se le danno di santa ragione, ha forse la colpa di provocare troppo spesso l’attaccante granata fino a farlo espellere. A volte irritante rimedia un giallo a partita finita per una spinta a Pratali. La prestazione non si critica, l’atteggiamento invece sfiora la fiera delle banalità.
Dos Santos 5.5: troppo ruvido negli interventi, si guadagna un giallo che poteva essere qualcosa di più nel primo tempo. Lento e involuto non prende mai Antenucci e Sgrigna.
Polenta 4.5: difficile partita per l’uruguaiano. Va nel pallone quando sbaglia sull’azione che porterà all’1-1 del Torino. Il rosso lascia i suoi per venti minuti in inferiorità numerica, un cartellino che pesa molto.
Bellomo 6: corre molto in mezzo al campo, proponendosi spesso per il passaggio. Torrente lo sostituisce con un giocatore più offensivo dopo l’1-1 del Toro.
(60′ Kopunek) 6: ordinato e preciso al centro del campo, non trova però lo spunto giusto.
De Falco 6.5: decisivo quando davanti a Lamanna alza in corner un tiro di Iori. A centrocampo è il migliore, se non in assoluto, del Bari.
(73′ Masi) 6: entra per ridare tono alla difesa dopo il rosso di Polenta.
Rivaldo 6: a centrocampo fa bene lo schermo ed è anche bravo a far ripartire l’azione. In difficoltà in fase di ripiego davanti alla difesa.
Defendi 5,5: parte forte sulla corsia esterna d’attacco, col passare dei minuti sparisce dalla circolazione.
De Paula 6,5: segna quasi a sorpresa dopo un primo tempo nell’ombra. Nella ripresa cresce molto diventando quasi devastante. Il controllo di palla è da grande campione, la conclusione meno. Tra i migliori del Bari.
Caputo 6: gioca con grande voglia e qualità, pochi palloni giocabili per lui.
(80′ Stoian) sv

All. Torrente 6,5: il suo Bari è posizionato alla perfezione, pronto a soffrire contro un grande Torino e a ripartire. Fa male quando segna con De Paula e riesce a portare a casa un punto anche dopo essere rimasto in dieci. Complimenti a questa squadra.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta