Sampdoria-Vicenza 0-1, le pagelle del big match di Serie B

Da Costa

Ecco le pagelle di Sampdoria-Vicenza:
SAMPDORIA
Da Costa 6: non del tutto esente da colpe sul goal subito, non deve compiere altri grandi interventi.
Rispoli 5.5: sulla corsia esterna non riesce a tenere alta la concentrazione, prestazione non certo da ricordare.
Gastaldello 5.5: quest’anno non riesce a ingranare la marcia, anche oggi leggero negli interventi e poco concentrato.
Volta 6: prestazione di livello e di buona qualità al centro della difesa.
Castellini 5.5: si perde Martinelli sul colpo di testa che vale l’uno a zero per il Vicenza. Debole la sua pressione offensiva, difficile l’interpretazione nella fase difensiva.
Foggia 6.5: grande movimento nel primo tempo, quando a tratti
sembra poter illuminare all’improvviso la partita con una giocata. Nella ripresa cala vistosamente, fino a diventare estraneo alle giocate doriane.
Palombo 5.5: non riesce a dare spessore al centrocampista blucerchiato, figlio di una preoccupante involuzione più psicologica che di condizione. Anche sfortunato quando Frison gli leva una punizione dall’incrocio.
Obiang 6: la sua qualità è una delle note più positive dell’inizio di stagione, difficile, della Sampdoria.
Semioli sv: parte fortissimo, ma si blocca dopo venti minuti per un problema fisico. Sfortunatissimo, out proprio di ritorno da un guaio fisico.
(20′ Padalino) 5.5: poche progressioni, la sua prestazione risulta incolore per il tempo che rimane in campo.
(67′ Maccarone) 5,5: entra per dare peso all’attacco, senza riuscire però a farsi vedere quasi mai. Poco incisivo e ai margini della manovra.
Bertani 6: out dopo 40 minuti per una botta al ginocchio. Prima tanto movimento alle spalle dell’unica punta Pozzi.
(39′ Piovaccari) 5.5: impreciso e forse anche un pò demoralizzato nell’umore. Non riesce a imbeccare mai la porta, sciupando una palla goal clamorosa a 15 minuti dalla fine.
Pozzi 6.5: si muove e cerca varchi, va verso la porta e mette in difficoltà Frison. Non riesce a trovare la via della rete, ma ci va vicino spesso.

All. Atzori 5,5: ora la situazione, dopo questa sconfitta casalinga, si fa davvero disperata. Atzori rischia l’esonero? Questo ce lo diranno le prossime ore, ma di certo la Sampdoria oggi non è riuscita a fare gioco. Partita bene è sembrata evanescente nel reparto offensivo. Subito il goal poi è calato uno schermo nero che ha reso poco lucida tutta la squadra.

VICENZA
Frison 7: strepitoso su una punizione di Palombo, decisivo quando respinge la mezza rovesciata di Pozzi, gioca una grandissima partita confermandosi come uno dei portieri più in evidenza del campionato cadetto.
Augustyn 5.5: soffre la buona giornata di Foggia, che spesso va a svariare anche dalla sua parte. Costretto al giallo sulla percussione di Padalino. Poi un problema fisico lo costringe a uscire alla fine del primo tempo.
(47′ Rigoni) 6: Cagni li disegna una posizione in campo, lui risponde con gamba e dinamismo.
Martinelli 6.5: il suo goal regala una grande gioia al Vicenza, la prestazione del centrale è sopra le righe anche quando deve marcare gli attaccanti della Sampdoria.
Bastrini 5.5: ha un compito difficile quando viene aggredito dall’azione. Rischia di combinarla grossa quando a 15 minuti dalla fine lascia Piovaccari involarsi verso la porta avversaria.
Giani 6: la sua prestazione sulla corsia difensiva è magistrale, riuscendo a limitare le incursioni di uno strepitoso, soprattutto nel primo tempo, Foggia.
Gavazzi 6.5: riesce con accelerazioni a essere una spina nel fianco. Buona prestazione dall’esterno cercato con insistenza dal Torino.
Soligo 6.5: grande gara in fase difensiva, spesso torna a dare una mano al reparto arretrato.
Botta 6: vale lo stesso discorso fatto per Soligo, il centrocampista ci mette il fisico e i muscoli.
Mustacchio 6: buona progressione dell’ex doriano, riesce a mettere in difficoltà la squadra blucerchiata.
(78′ Pisano) sv
Abbruscato 6: gara di grande sacrificio per la punta biancorossa. Fa salire la squadra tenendo palla, spesso giocando spalle alla porta avversaria.
Paolucci 5.5: si libera una sola volta al tiro in un’ora di gioco. Un goal in dodici presenze inizia a pesare il suo score negativo. Ha le qualità per fare bene, ma deve dimostrarlo in campo con la continuità.
(58′ Misuraca) 6: il suo ingresso porta vivacità al reparto offensivo.

All. Cagni 7: un vittoria che regala morale e grande voglia al Vicenza. Merito è di Cagni che ha raccolto una squadra completamente allo sbando regalandogli punti e fiducia ma soprattutto gioco. Vincere a Genova contro la Sampdoria è un segnale a tutto il campionato.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta