Pescara-Padova 1-1, le pagelle dell’anticipo di Serie B

Alessandro Dal Canto

Ecco le pagelle di Pescara-Padova:

PESCARA
Anania 5,5: gioca una buona partita, fino all’ultima azione. Un tiro sporco di Trevisan lo sorprende, lui rimane fermo chiamando il fuorigioco. Un errore che costa caro al Pescara e condiziona anche il giudizio sulla sua prestazione.
Zanon 6,5: entra di prepotenza nell’azione del goal di Insigne, bravo anche sulla linea di difesa.
Romagnoli 6: sostituisce con piglio Capuano, partit con l’Under di Ciro Ferrara.
Brosco 6: buona prova al centro della difesa, controlla con attenzione Cacia.
Balzano 6.5: come Zanon grande prova sulla corsia esterna, parte e si crea varchi. Tra i migliori.
Gessa 6.5: spesso i suoi inserimenti sono positivi, pronti per mettere in grande apprensione la difesa biancoscudata.
Togni 6.5: il brasiliano ha conquistato definitivamente Zeman, dando grande spessore alla manovra del Pescara e aiutando in fase difensiva.
Cascione 6: la sua esperienza a centrocampo garantisce grande spessore e da la possibilità alle continue folate dell’attacco abruzzese.
Sansovini 6,5: tanta corsa e sacrificio per la squadra. Sfiora il goal in un’occasione, senza riuscire però a trovare altre chance da rete. Esce sfinito nella ripresa.
(67′ Soddimo) 5,5: non un grandissimo impatto sulla partita, esce subito dal gioco schierandosi troppo largo.
(90′ Konè) sv
Immobile 6,5: corre con grande qualità, appena tornato in campo. Si sacrifica anche se spesso è poco lucido davanti. Esce nella ripresa sfinito, dopo aver dato davvero tutto.
(77′ Verratti) sv
Insigne 6,5: la solita qualità e un goal importantissimo, anche se stasera è risultato meno letale del solito al momento giusto ha saputo tirare fuori la giocata. Un ragazzo che farà grandissima strada.

All. Zeman 7: la novità di questa parte di stagione la fa l’equilibrio che il boemo è riuscito finalmente a trovare alla sua squadra. Dietro si riesce a controllare gli avversari senza diminuire le azioni offensive. Questo Pescara può puntare davvero alla Serie A. I due punti persi sulla strada di questa partita non compromettono un lavoro eccellente.

PADOVA
Perin 6.5: decisivo a non far precipitare la sua squadra in diverse situazioni. Incolpevole sul goal subito.
Legati 6: sulla corsia destra si adatta, giocando anche una buona partita soprattutto in fase di spinta.
Schiavi 5.5: come il suo compagno di reparto a in grande difficoltà di fronte all’attacco scatenato del Pescara.
Franco 5.5: la novità di Dal Canto per sostituire Donati partito con l’Under. Partita difficile del centrale che sbanda spesso di fronte a Immobile e Insigne.
(72′ Trevisan) 7: recuperato dopo tanto tempo, può dare il suo contributo. Alla fine realizza anche l’incredibile goal del pareggio, su conclusione rocambolesca.
Renzetti 6: prova il passo e riesce a contenere, stasera buona prova per lui.
Bovo 6: corre tanto al centro del campo, occupandosi come al solito del lavoro oscuro. Esce nella ripresa per un problema fisico.
(68′ Osuji) 6: porta polmoni al centro del campo.
Italiano 6: vince il ballottaggio con Milanetto, giocando una partita di buona intensità.
Marcolini 6.5: gioca acciaccato e lo fa da grande campione. Visione di gioco e ottime qualità, tra i migliori del Padova.
(79′ Ruopolo) sv
Cutolo 5,5: parte forte tra le linee, ma anche lui stasera è apparso un pò incerto e appannato.
Cacia 6: dei tre davanti è quello che si sacrifica di più, tornando a centrocampo per prendersi palla. Non ha un’occasione da goal, senza trovare quasi mai palla.
Drame 5: spento e fuori dagli schemi, di certo uno dei più deludenti del reparto offensivo biancoscudato. Le qualità questo ragazzo le ha dimostrate, ma deve di certo trovare continuità.

All. Dal Canto 7: nel momento più difficile riesce a sbilanciare la squadra senza subire niente, trova il pareggio incredibile al minuto 92. Ha coraggio e grande polso e questo alla fine garantisce un punto prezioso al suo Padova.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta