Torino, Ogbonna: Dalla Serie B alla Nazionale in attesa di fare il grande salto

Angelo Ogbonna

 

Si può essere convocati in Nazionale, con una delle maggiori squadre del Continente, se si gioca in Serie B? Molti potrebbero dire di no, ma a smentire tutti ci pensa Angelo Obinze Ogbonna, classe ’88, ragazzone di colore, nativo di Cassino in provincia di Roma da genitori nigeriani. Già da qualche mese, il difensore centrale del Torino, è nel giro della Nazionale italiana di Prandelli e tra questa sera e martedi prossimo, quando sono in programma due amichevoli contro Polonia e Uruguay, conta di esordire, dopo un paio di convocazioni precedenti senza mai la gioia dell’esordio.

Prodotto del settore giovanile del Toro Ogbonna esordisce in Serie A nel febbraio 2007 in un Torino-Reggina con in panchina Zaccheroni (quel giorno fece una doppietta decisiva Bianchi che allora giocava con i calabresi). Fece altre 3 presenze in quell’anno, tra l’altro contro squadre come Roma, Inter e Milan. Dopo questo battesimo di fuoco, venne mandato in prestito al Crotone in Serie C1 per farsi le ossa. 22 presenze e una buona stagione in Calabria. Tornato alla casa madre in Serie A, si pensava che potesse riandare altrove per giocare e invece riuscì a imporsi in quel Torino targato De Biasi-Camolese-Novellino, anno che si concluse con la retrocessione tra i cadetti. Ogbonna riesce comunque a trovare il suo spazio, saranno 23 le presenze totali tra campionato e Coppa Italia e si segnala già come un ottimo difensore. La consacrazione definitiva arriva poi nei due anni successivi in Serie B. Titolare inamovibile, anche con la gioia del primo gol in carriera al Cesena e le ripetute convocazioni con l‘Under 21 di Gigi Casiraghi che ne fa un perno anche di quella squadra.

Il resto è storia recente. Cercato dai più grandi club europei in estate, ma blindato dalla sua squadra, rimane a Torino, è sempre uno dei migliori in campo e viene convocato oramai già da qualche mese in pianta stabile in Nazionale A e oggi come dicevamo potrebbe fare il suo esordio.

Non sappiamo come dove continuerà la sua carriera, con un rinnovo del contratto che sta ormai diventando una telenovela a Torino, ma sappiamo di certo che tante squadre si butteranno su di lui da qui a fine stagione, perchè Ogbonna, lo si può dire tranquillamente, è uno dei difensori più forti in Italia.

Continua così Angelo…

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta