Torino, Ignazio Abate dai granata alla Nazionale di Prandelli passando per il Milan

Ignazio Abate

Ignazio Abate ha meritato finalmente la chiamata in Nazionale da parte di Cesare Prandelli. Il terzino è pronto quindi al suo debutto nelle due amichevoli che si giocheranno nei prossimi giorni. Nella crescita esponenziale di questi anni c’è molto della Serie B attuale, dove milita la squadra che più di tutti l’ha messo in evidenza: il Torino.

Cresciuto nelle giovanili del Milan, Abate ha esordito nel calcio che conta nel 2004 con la maglia del Napoli. I partenopei non vivevano un momento brillante come quello attuale, erano infatti relegati alla dura realtà della Serie C1. I due anni successivi sono per Ignazio quelli della crescita e della consacrazione. Con la maglia di Piacenza e Modena assaggia il campionato di Serie B, scendendo in campo più di 40 volte.

Abate è ancora un centrocampista e anche di doti offensive. A Empoli nel 2007 ha la possibilità di esordire in Serie A, ma al vera consacrazione arriva l’anno dopo quando indossa la maglia del Torino. E’ da quel momento che il suo nome inizia a circolare con insistenza nell’ambiente ed è allora che il Milan decide di richiamarlo alla casa madre.

Leonardo lo arretra di qualche centimetro in campo, facendolo giocare terzino. Da allora la grande rivoluzione e l’esplosione di questo giocatore che ora fa parte del gruppo azzurro. Abate è stato convocato al posto dell’infortunato Cassani, ma sogna di poter andare all’Europeo che si giocherà l’estate prossima.

Se dovesse riuscirci magari potrà guardare indietro e sorridere ripensando a quando esplose con la maglia del Torino.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta