La curva del Bari

Il Bari sta giocando buone partite, ma deve trovare continuità per crescere. La società ha deciso di puntare su molti giovani, cedendo i giocatori più rappresentativi. In Puglia però c’è voglia di vedere bel calcio e Torrente sta lavorando per questo.

E’ intervenuto in ESCLUSIVA per SerieBnews.com Igor Protti, che a Bari ha giocato dal 1992 al 1996 e che ha commentato con noi il momento della squadra pugliese.

Come vedi il Bari Igor?
“La squadra ha giocato buone partite, ma è riuscita a raccogliere di più fuori casa. Non vivendola da dentro posso pensare che ci siano due ipotesi. O vive con eccessiva ansia il fattore San Nicola, o le caratteristiche della squadra la portano a giocare meglio di rimessa fuori casa”.

Da ex attaccante, come giudichi Marotta?
“E’ un giocatore molto interessante e dalle ottime prospettive. Il problema è che spesso questi ragazzi sono caricati di eccessive responsabilità. Le fortune del Bari non dipendono solo da Marotta. Questo peso rischia di farlo rendere di meno”.

Matteo Fantozzi