Padova-Livorno 1-0, le pagelle dell’anticipo di Serie B

Walter Novellino

Ecco le pagelle di Padova-Livorno:
PADOVA
Perin 6: oggi non deve compiere grandi parate, anche se a volte sembra un pò avventato nelle uscite.
Donati 6,5: su e giù per la corsia di destra, soprattutto nel primo tempo la sua pressione è determinante. Nella ripresa, quando cresce il Livorno, dimostra di saper fare bene anche la fase difensiva.
Legati 6.5: prova titanica al centro della difesa, dove l’unico in grado di metterlo in difficoltà è un buon Dionisi.
Schiavi 6: buona prova al centro della difesa, dove sta trovando sempre di più i giusti sincronismi con Legati.
Renzetti 6.5: nel primo tempo la sua spinta è decisiva. Nella ripresa è costretto a rimanere bloccato dietro, ma lo fa con applicazione. Bravissimo nell’assist per il goal di Cutolo, decisivo anche lui in una partita molto delicata.
Bovo 6,5: grande motorino al centro del campo, gli altri ruotano ma lui gioca sempre. Per Dal Canto è fondamentale, nella ripresa ha finito la benzina e quindi viene sostituito. Anche oggi tra i migliori.
(62′ Jidayi) 6: il suo ingresso porta forze fresche e vitalità al centrocampo biancoscudato.
Milanetto 6.5: Dal Canto ha il grande vantaggio di poter gestire questi due grandissimi giocatori. Dentro lui e fuori Italiano, riesce a costruire con garbo e grande qualità. Un giocatore da massima serie, abilissimo anche nelle verticalizzazioni.
(68′ Italiano) 6: importantissima la sua qualità e l’esperienza che in un momento difficile della partita Dal Canto può sempre gestire.
Cuffa 6: da sottolineare la prova di questo ragazzo, perfetto a gestire il tempo delle sue giocate e bravissimo nelle incursioni in area avversaria. Non fa pesare l’assenza di Marcolini.
(77′ Osuji) sv
Cutolo 7: ancora una volta è decisivo per il Padova. Si inventa una magia, tirando fuori dal cilindro un sinistro delizioso. Questo giocatore sta trovando la sua consacrazione e può fare ancora molto.
Ruopolo 6: in netto miglioramento dopo le ultime prestazioni, fa reparto da solo. Gioca di sacrificio, tornando a dare una mano quando ce n’è bisogno.
Lazarevic 6.5: nel primo tempo è devastante, quando si invola sulla corsia sinistra. Nella ripresa cala, anche per lo sforzo fisico intenso subito nella prima parte delle gara.

All. Dal Canto 7: bravo a far rialzare subito il Padova da una sconfitta pesante. I biancoscudati devono trovare solo un pò di continuità, ma oggi sono riusciti a dimostrare che potranno lottare fino alla fine.

LIVORNO
Bardi 6.5: gioca una buona partita tra i pali, anche se quando esce fa tremare un pò la retroguardia. Si prende però la responsabilità delle sue azioni e quasi mai sbaglia.
Meola 6: nel primo tempo gioca una buona partita sul battente di destra, anche se spesso è messo in difficoltà da Cutolo. Nella ripresa non scende in campo, Novellino lo sostituisce per cambiare assetto tattico.
(45′ Schiattarella) 6: quando entra nella ripresa sembra cambiare passo al Livorno, poi col passare del tempo però è costretto a ritagliarsi una posizione più arretrata in campo.
Perticone 5.5: impacciato quando viene aggredito dall’azione, non riesce nemmeno a sfruttare il fisico importante quando arrivano palle alte in mezzo all’area di rigore.
Bernardini 6: l’unico della retroguardia livornese che prova a essere concreto e senza fronzoli.
Salviato 5.5: è colpevole di un errore madornale, che manda Novellino su tutte le furie, sul goal di Cutolo. Il cross di Renzetti lo mette in difficoltà e lui non riesce a recuperare la posizione.
Genevier 5.5: lento e involuto, non riesce a entrare nel ritmo della partita. Oggi, a differenza di altre volte, non ha giocato come sà.
Filkor 5: mandato in campo un pò a sorpresa da Novellino, delude. Non gioca con ritmo, rimanendo spesso ai margini di questa partita.
(60′ Bigazzi) 6: porta quantità e qualità a un centrocampo non tra i migliori di questa stagione per il Livorno.
Luci 6: il vero faro di questo Livorno, anche oggi tra i migliori della sua squadra.
Rampi 6: buona prova di questo giovane, che sulla corsia di destra riesce a giocare una buona partita.
Dionisi 6.5: il migliore dei suoi. Le sue accelerazioni mettono in difficoltà gli avversari, anche quando mette Paulinho solo a porta vuota. Il suo recupero sarà fondamentale per Novellino.
Paulinho 5: il goal non vuole proprio arrivare per la punta brasiliana, che oggi a differenza di altre volte non gioca nemmeno al suo livello. Il goal che si divora a porta spalancata ha qualcosa di clamoroso, sembra esserci una maledizione che gli impedisce di buttarla dentro.
(69′ Piccolo) 6: fa salire la sua squadra, ma non si rende mai pericoloso.

All. Novellino 6: il suo Livorno è messo bene in campo, ma vuoi la poca concretezza di Paulinho vuoi la sorte che volta le spalle non si riesce a trovare un risultato positivo. Novellino accumula nervosismo e si vede sul campo quando viene espulso per la terza volta in questo campionato. La sensazione è che il tecnico possa dare quel qualcosa in più a questa squadra e che non sia tanto lontano dal farlo.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta