Ascoli, ESCLUSIVO/ Presidente Roberto Benigni: “Ascoli penalizzato, nel calcio clima di imposizione non di giustizia!”

Ascoli

L’Ascoli esce dall’ennesima penalizzazione, che a livello psicologico stavolta rischia di non farla più alzare. Ieri la resa contro il Modena di Bergodi, con una sconfitta maturata negli ultimi minuti.

E’ intervenuto in ESCLUSIVA per SerieBnews.com Roberto Benigni, il Presidente ha parlato con noi di questo momento delicatissimo per l’Ascoli.

Presidente, ci racconti la partita di ieri.
“E’ stata per noi una brutta partita, adeguata alla situazione di classifica che abbiamo. Abbiamo però affrontato il campo in modo giusto e non trovo che il risultato rispecchi ciò che si è visto sul campo”.

Ora in molti mormorano che Mister Castori rischi la panchina. Che ci dice su questa situazione?
“Castori sta lì per cercare di riparare i guasti che derivano da più situazioni. Non è il colpevole di questa situazione. Deve solo trovare il percorso giusto per riaprire le speranze. Dopo quattro anni che siamo sempre in svantaggio e dopo la penalizzazione dobbiamo superare come in passato questi momenti con la nostra organizzazione di gioco”.

Ci parli della penalizzazione, cosa può voler dire a livello psicologico per l’Ascoli?
“La situazione è più grave del previsto. La società si sta mettendo in regola con i pagamenti, come aveva fatto a inizio campionato esclusa l’iscrizione. Si poteva pensare a una penalizzazione, ma poi è arrivata la batosta della responsabilità oggettiva. Questa non ci ha tolto solo punti, ma ha creato problemi anche nella condizione psicologica”.

Cosa si sente di dire?
“Che nessun parla e questo mi dispiace. Chi realmente procura queste situazioni non viene penalizzato. Nel calcio poi nessuno lo dice questo. Tutti si adattano a un clima di imposizione e non di giustizia. La responsabilità oggettiva è una cosa poco regolare”.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta