Sampdoria, Atzori:”Mission Ferraris. Vincere in qualsiasi modo”

gianluca atzori

“I risultati sono la medicina migliore per qualsiasi male o situazione”. Con la sua solita signorilità, Gianluca Atzori, ripete sempre lo stesso concetto. Perchè il mister della Sampdoria sa bene quanto conti portare a casa punti, per non perdere terreno in classifica e per conservare serenità sul piano del morale:”È naturale che dopo una vittoria ci sia un’atmosfera diversa rispetto alla settimana scorsa, ho visto un grande impegno da parte dei ragazzi, c’è stata grossa competizione in campo perché tutti sanno che l’allenamento incide parecchio nelle mie scelte”. Atzori si è poi soffermato sul forfait di Pozzi:“A parte Nicola che ha avuto una piccola elongazione all’adduttore e non ci sarà, avrò tutti a disposizione, compreso Angelo Palombo. Lo abbiamo recuperato anche se la sua caviglia è un aspetto da valutare. Vorrei risolvessimo questo problema. Lui è combattuto, freme per non mancare in settimana come nella partita ufficiale, ma andare in campo col dolore non è il massimo: un giocatore sappiamo che rende al meglio quando è a posto sia sotto il profilo fisico sia sotto il profilo mentale”. Poi è il turno di studiare l’avversario dei blucerchiati, quel Cittadella, sempre molto pericoloso:”I nostri avversari li studiamo tutte le settimane . Domani troveremo una squadra che per l’ennesima volta verrà a Marassi a fare un certo tipo di gioco. Noi dovremo essere bravi a cambiare, a migliorare rispetto alle ultime esperienze: dobbiamo portare a casa il risultato in qualsiasi maniera, sbloccando la partita e portando a compimento la nostra missione”. Missione che per forza di cose dovrà ritrovare nel “Ferraris” una roccaforte doriana:”Fuori casa abbiamo un ruolino in linea con l’obiettivo, in casa paradossalmente balbettiamo. È una situazione da risolvere, noi siamo la Sampdoria. Ci dobbiamo preoccupare di dare il meglio di noi stessi perché i giocatori che ho a disposizione sono in grado di fronteggiare un avversario come il Cittadella». Altra missin quella dell’ex Piovaccari, una partita speciale per lui: “Da Federico mi aspetto gli stessi gol dell’anno scorso. Da 4 settimane a questa parte il suo approccio in allenamento e in partita è cambiato, è senza dubbio migliorato, ma non mi accontento, voglio di più da lui. Si trova per la prima volta in una piazza importante, dove tutte le settimane è sotto giudizio per ritagliarsi un posto da titolare. Cambiando l’atteggiamento ci sta riuscendo. Se riesco a farlo capire a tutti quanti, sarei già sulla buona strada perché l’importante è il gruppo, la squadra e solo il bene della squadra ti porta all’obiettivo”.

Notizie Correlate

Commenta