Ascoli, ESCLUSIVO/ Alessandro Sbaffo: “Ad Ascoli mi sento un calciatore vero!”

Alessandro Sbaffo

E’ sicuramente Alessandro Sbaffo la grande sorpresa dell’Ascoli targato Fabrizio Castori. Il centrocampista, in prestito dal Chievo Verona, si è messo in evidenza fin dalla prima partita in maglia bianconera.

E’ intervenuto in ESCLUSIVA per SerieBnews.com lo stesso Sbaffo, che ha commentato con noi questo suo inizio di stagione.

 

Cosa vuol dire per te avere un’occasione come questa ad Ascoli?
“A vent’anni è certamente un’opportunità  importante, Ascoli è una società storica che ha sempre lanciato giocatori che poi si sono affermati. Ad Ascoli ti senti “calciatore” a tutti gli effetti perché  il calcio ha molto seguito ed è vissuto a 360°. E poi sono di Porto Recanati quindi venire a giocare qui  è stata anche l’occasione  per riavvicinarmi a casa”.

 

A livello tattico in che posizione ti piace giocare di più? Abbiamo visto che a centrocampo sei bravo a fare più ruoli.
“A centrocampo potrei ricoprire tutti i ruoli e non ho preferenze; ad Ascoli il Mister mi ha schierato per lo più esterno e mi sono trovato molto bene; nelle amichevoli estive mi ha impiegato da centrale, insomma trequartista o esterno fa poca differenza”.
Cosa sogni per il tuo futuro? Qual è il tuo sogno nel cassetto?
“Per il futuro sogno di giocare a grandi livelli e, se il calcio mi darà la possibilità, di girare il mondo dato che amo molto viaggiare”.

 

A cosa può puntare l’Ascoli in questa stagione?
“Purtroppo con la penalizzazione in classifica al momento pensiamo soltanto alla salvezza e a riprenderci prima possibile da questo momento negativo. Poi se dovessimo centrare la salvezza in anticipo fisseremo obiettivi diversi”.

 

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta