Brescia-Pescara 0-3, le pagelle del posticipo di Serie B

Ciro Immobile

Ecco le pagelle di Brescia-Pescara:

BRESCIA
Leali 6.5:
inizia bene anche se la sua squadra non è in giornata. La parata su Sansovini, quando eravamo sullo 0-0, conferma le qualità di un ragazzo recentemente cercato addirittura dal Barcellona. I goal subiti non vedono suoi errori in particolare, è normale poi quando si è così giovani (classe ’93) peccare d’esperienza.
Zambelli 6: il capitano del Brescia è coraggioso, anche quando si va a prendere una testata al centro dell’area riportando una brutta ferita. L’unico che oggi ci ha messo davvero il cuore.
De Maio 5.5: nel primo tempo si rende protagonista di un incursione che non riesce a finalizzare. Dietro è disorientato dal movimento dei tre avversari scatenati.
Berardi 5: forse quello che dietro si trova di più in difficoltà, senza riuscire mai una volta a fermare Insigne e Immobile.
Daprelà 6: prova a spingere, soprattutto nel primo tempo. Poi nella ripresa si eclissa un pò, porta a casa comunque la sufficienza.
El Kaddouri 5.5: nel primo tempo manda su tutte le furie Scienza, senza riuscire a trovare la porta. Si inserisce con continuità, senza però riuscire a rendere positive le sue scorrazzate. Esce stanco nella ripresa, dopo aver corso moltissimo.
(23′ st Vass) 6: entra dando fiato al centrocampo del Brescia.
Salamon 5.5: rimane nascosto tra le linee, senza riuscire mai a giocare con i suoi soliti spunti. Al Brescia mancano le sue qualità in una partita difficile. Scienza lo toglie per dare vitalità al centrocampo.
(13′ st Paghera) 5.5: entra senza dare profondità alla squadra, come gli chiedeva il mister. Si rende poi protagonista di un calcetto nervoso a un avversario a terra, cosa che avremmo voluto non vedere per niente.
Budel 5.5: si rende protagonista di una sceneggiata che gli vale un giallo evitabile soprattutto in base alla sua esperienza. A centrocampo non dà il solito apporto, figlio di una partita in cui il Brescia non è sceso in campo.
Juan Antonio 5.5: parte bene nei primi minuti, senza riuscire a trovare i varchi che di solito è lui stesso a crearsi.
Jonathas 5.5 : sembra un pò spaesato e fuori dal gioco per tutti i novanta minuti.
Feczesin 5: nel primo tempo sullo 0-0 fallisce una facile occasione. Non riesce a essere letale come al solito lì davanti, oggi era poco lucido.
(13′ st Maccan) 5.5: sparisce anche lui dalla partita, eclissandosi largo nel 4-2-4 improvvisato da Scienza.

All. Scienza 6: si trova la difesa decimata e prova a metterci una pezza. I suoi oggi sembrano non rispondere come al solito ai suoi imput. Ci sta di perdere, anche se con tre reti al passivo, quando stai costruendo una squadra piena zeppa di giovani che devono ancora trovare la giusta consacrazione.

PESCARA
Anania 6.5:
libero aggiunto della squadra di Zeman, non impegnato particolarmente se non nei primi minuti.
Balzano 6: ottima prestazione del difensore, che prova anche a spingersi avanti.
Brosco 6.5: grande prestazione dell’ex primavera della Roma. Dietro si comporta da leader, guidando la difesa del Delfino. Riesce a tenere a bada un Jonathas che veniva da un momento di grande forma.
Romagnoli 6.5: nel corso della partita riesce a coprire i pochi spunti di uno spento Juan Antonio. Si stacca dalla difesa come mediano aggiunto, senza però perdere mai la sua posizione d’origine al centro della difesa.
Zanon 6.5: su e giù per la corsia esterna interpreta al meglio la partita.
Gessa 6.5: giocatore di spessore che in estate doveva partire ed è rimasto su precisa indicazione di Zeman. Oggi ha dimostrato le sue qualità al centro del campo, giocando con grande quantità ma anche con discrete qualità
(27′ st Soddimo) 6: ottimo il suo apporto, appena entrato, dando fiato al centrocampo abruzzese.
Togni 6.5: corre per quattro al centro del campo, dando grande energia al centrocampo di Zeman.
Cascione 7: gioca una partita di grandissimo spessore, un giocatore che da grande qualità a questo Pescara. Nel primo tempo taglia il campo servendo Sansovini, che si vede respingere, sullo 0-0, un tiro velenoso di Sansovini. Uno dei migliori in campo.
Sansovini 6.5: il capitano ci mette sempre il suo carisma in una partita molto positiva per il Pescara. Gioca ad ampio raggio, senza però riuscire, per poco, a trovare la via della rete.
(27′ st Konè) sv
Immobile 7.5: una doppietta di grandissima qualità: il primo dopo un grande dribbling, il secondo con la malizia dell’attaccante vero. In dieci partite è riuscito a realizzare otto goal, facendo sorridere addirittura la Juventus che ne detiene il cartellino. Nel secondo tempo è costretto a uscire per un risentimento alla caviglia, speriamo davvero niente di grave.
(17′ st Maniero) 6.5: bravo quando entra a tenere alta la squadra.
Insigne 7: il goal è solo la ciliegina sulla torta di una partita straordinaria. La chiamata nell’Under di Ciro Ferrara gli ha dato fiducia nei suoi mezzi. Riesce a rendersi pericoloso anche solo con un passaggio, tanto che i suoi tagli sono i protagonisti delle azioni più pericolose. Sentiremo a lungo parlare di questo giovane talento.

All. Zeman 7: le sue squadre giocano bene e segnano tanto. Oggi il suo Pescara ha dimostrato anche di sapersi difendere con merito. In campo è scesa una buona squadra, soprattutto equilibrata, che ha meritato una vittoria rotonda contro una grande come il Brescia.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta