Ascoli-Sampdoria 1-2, Foggia fatale al 93° minuto

Gianluca Atzori

Qualcuno aveva addirittura azzardato che la panchina di Gianluca Atzori sarebbe saltata prima di stamattina. Qualcuno l’aveva pensato quando quella palla calciata da Sbaffo era stata deviata nella propria porta dallo sfortunato Costa. La Sampdoria ha dimostrato però una ritrovata maturità riuscendo a ribaltare una partita che si era messa molto male.

C’è voluta l’inzuccata di un ritrovato Federico Piovaccari. Strana è la storia del bomber arrivato con il titolo di capocannoniere da Cittadella. A Genova all’inizio non era riuscito ad adattarsi, sedendo scontento in panchina alla spalle di un più pronto Nicola Pozzi. Chiamato in campo aveva avuto l’occasione di sbloccarsi due volte dal dischetto, fallendole entrambe.

Il bomber fatale della scorsa stagione si era trasformato in apatica comparsa nel siparietto a tinte blucerchiate. La partita delle 12.30 di domenica scorsa l’aveva scosso, quando da un suo intervento era nata l’autorete del 1-1. Si può dire ufficialmente che Piovaccari ieri si è sbloccato, grazie a una rete da vero bomber. Un colpo di testa che aveva trovato impreparato il povero Guarna.

Nonché il pareggio sarebbe bastato alla Sampdoria, ma almeno il goal dell’ex capocannoniere della B riaccendeva le speranze in una squadra ormai priva di certezze. I doriani avevano iniziato il campionato con i pronostici della critica a favore, non erano poi riusciti a confermare queste con prestazioni non all’altezza.

Proprio quando tutto sembrava perduto però ci ha pensato Pasquale Foggia, ex tra l’altro, a ridare brio alla classifica e al morale della Sampdoria. Il tiro velenoso da fuori si è stampato sul palo per poi finire dentro la rete.

Un goal che conferma, come ribadito in settimana dalla dirigenza, Gianluca Atzori sulla panchina dei blucerchiati. L’ex tecnico di Reggina e Catania avrà ora modo di lavorare con più serenità e due punti in più in classifica.

Matteo Fantozzi

 

 

Notizie Correlate

Commenta