Varese-Padova 3-0, le pagelle dell’anticipo di Serie B

Mister Dal Canto

Ecco la pagelle di Varese-Padova:

Varese:
Bressan 6.5: non deve compiere particoolari parate, ma quando viene chiamato in causa risponde sempre presente. Da sottolineare un’ottima parata nel primo tempo sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
Cacciatore 7: torna al goal dopo quasi tre anni dal suo ultimo nella serata migliore che gli poteva capitare. Sblocca una partita difficile, portando poi i lombardi a una vittoria importante e che regala morale. Non si accontenta e centra un palo, andando vicino a una ‘storica’ doppietta.
(43′ st Pucino) sv
Troest 6.5: prova di spessore al centro della difesa, dove annulla completamente Cacia.
Camisa 6.5: al fianco di Troest sta trovando la giusta collocazione in una stagione che gli sta regalando la consacrazione.
Grillo 6.5: controlla Cutolo con grande maestria, non gli sfugge proprio mai stasera.
Nadarevic 6.5: la corsa e la qualità che mette in campo sono determinanti ancora una volta.
Corti 7: al centro del campo è l’interprete migliore, riuscendo a guidare la retroguardia e pronto per far ripartire l’azione.
Kurtic 6.5: un goal bellissimo e tanta corsa in un reparto che deve ringraziare questo ragazzo sloveno.
Zecchin 6.5: oggi parte titolare l’esterno, recuperato dalla cura Maran. Esce tra gli applausi alla mezz’ora della ripresa, dopo una partita giocata da altissima intensità. Passo e qualità al servizio di un Varese che si propone come inaspettata, soprattutto dopo l’incerta partenza, outsider.
(32′ st Lepore) sv
Martinetti 6.5: fa grande movimento e tiene alta la squadra con le sue qualità e i suoi centimetri. Prestazione di grande sacrificio al servizio della squadra.
(19′ st Carrozza) 6.5: entra particolarmente motivato dopo l’iniziale esclusione, ottima prova.
Cellini 6.5: grande qualità al servizio della squadra, davanti rende tutto più facile con le sue giocate.

All. Maran  8: da quando è arrivato ha solo vinto, 9 punti in tre partite, trasformando il Varese anche a livello offensivo. La squadra che non faceva mai goal ne fa tre al Padova, bisogna sorridere e rimanere con i piedi per terra.

Padova:
Perin 6: compie un vero e proprio miracolo su Carrozzieri, sul risultato di 1-0. Poi compie una sciocchezza che porta al rigore poi realizzato da Cellini. Anche sul 3-0 di Kurtic non è esente da colpe, facendosi trovare impreparato sul suo palo.
G. Donati 6: nella difesa traballante dei biancoscudati è l’unico che cerca di fare qualcosa di buono. Nel primo tempo è addirittura importante il suo apporto offensivo, poi nella ripresa va un pò in calando.
Legati 5: va in difficoltà quando il Varese aggredisce l’area. Cellini sembra imprendibile e spesso gli sfugge. La partita del centrale oggi è gravemente deficitaria, anche se il Padova ne risente, anche grazie a Perin, una sola volta.
Schiavi 5.5: vedi Legati. Gioca con lentezza e senza riuscire a stare dietro agli scatenati attaccanti del Varese. Nel secondo tempo viene ammonito per un inutile fallo a metà campo.
Renzetti 5.5: Nadarevic gli dà molto da fare e lui non riesce a stargli dietro. Oggi non è sceso in campo il miglior Renzetti.
Cuffa 6: nel primo tempo gioca con grande applicazione in mezzo al campo. La corsa è uno dei suoi punti forti, ma anche con i piedi stasera non difetta. Dal Canto lo fa uscire, per dare spazio a un’altra punta nella ricerca del pareggio.
(17′ st Ruopolo) 6: entra per dare peso all’attacco, ci mette l’impegno ma sono davvero pochi i palloni che gravitano dalle sue parti.
Bovo 6: è quello che da quantità al centrocampo dei biancoscudati. Si rende indispensabile sugli angoli, dove sempre presente fa da schermo davanti alla porta. Oggi però non ha dato il suo solito apporto nella ripartenza delle azioni.
(35′ st Marcolini) sv
Italiano 6: al centro porta la sua grandissima qualità, senza però riuscire a reggere un reparto da solo. Il Padova stasera non è sembrato la squadra pimpante vista fino a ora e questo ha pesato anche su un giocatore di grandissimo carisma.
Cutolo 5.5: non riesce a trovare la profondità e non prova la giocata. Non si può fare colpa a un giocatore che in questa stagione sta facendo la differenza.
Cacia 5: assente ingiustificato dalla serata del Franco Ossola. Cacia non riesce a trovare la posizione in campo, ma va detto che gli arrivano davvero pochi palloni da poter chiamare tali.
Lazarevic 6: parte forte il giovane esterno, che però poi si eclissa dopo poco con la sua squadra. Non riesce a giocare al solito livello, garantendo solo a volte la superiorità numerica. Prova da considerare però appena sufficiente.
(30′ st Drame) sv

All. Dal Canto 5.5: il suo Padova inizia a fare fatica in trasferta, quando all’inizio era una macchina da guerra. Il tecnico dovrà lavorare per cercare di capire perchè i suoi fuori dalle mura ospiti non ripetono le grandi prestazioni viste in casa.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta