Brescia, serata di gala nella giornata di ieri: presentazione della squadra davanti a 700 tifosi. Le parole di Corioni e di Scienza

Il Brescia, nella giornata di ieri, ha vissuto la propria serata di gala per la presentazione della squadra, davanti a circa 700 persone. Presenti al completo dirigenza, staff, giocatori (tranne Leali, impegnato con l’Under19), allenatore e Presidente. E, naturalmente, quest’ultimo ha preso la parola per primo:”La retrocessione dell’anno scorso è stata tremenda per noi, aspettavamo la Serie A da cinque anni e subito ce la siamo fatta sfuggire. Mi dispiace per la città che è molto passionale e meriterebbe altri palcoscenici, purtroppo io ho sempre fatto quello che potevo, senza che nessuno mi ha mai dato una mano. Abbiamo sempre contato sul nostro settore giovanile e anche quest’anno stiamo raccogliendo i frutti di questo lavoro, siamo probabilmente la squadra che gioca il miglior calcio in Italia. Giochiamo, con le dovute proporzioni, quasi come il Barcellona del mio amico Guardiola, abbiamo dei ragazzi umili che si divertono e che ci fanno divertire. Ricordo a tutti, comunque, che l’obiettivo primario è la salvezza, poi si vedrà..”.

Poi la parola passa al mister Scienza:”Vogliamo continuare a stupire e non vogliamo fermarci qua, stiamo regalando emozioni alla gente e questo credo sia bellissimo. Tra l’altro non avrei mai pensato di vivere certe emozioni da allenatore e invece questi ragazzi mi stanno facendo ricredere. Lunedì affrontiamo il Pescara di un allentore, Zeman, che io ho sempre stimato e di cui ho seguito le tracce nella mia breve carriera da tecnico. Lo saluterò con affetto quando ci incrocieremo in campo”.

Notizie Correlate

Commenta