Ascoli, ESCLUSIVO/ Filippo Boniperti: “Nonno mi dice di cercare la porta. Del Piero è il mio esempio. La Juventus nel cuore”

Filippo Boniperti - con la maglia della Juventus

 

A vedere un nome come quello di Boniperti su una maglia bianconera, anche se per il momento è quella dell’Ascoli, viene quasi da commuoversi. Filippo è il nipote del mitico Giampiero, che è stato capitano, simbolo e presidente della Juventus. Il ragazzo è molto giovane e talentuoso, il suo cartellino appartiene proprio alla Juventus che ha deciso di mandarlo a crescere in prestito all’Ascoli.

E’ intervenuto in ESCLUSIVA per SerieBnews.com lo stesso Filippo Boniperti, che ha commentato con noi l’inizio di questa avventura.

Filippo, inizia una nuova avventura. Cosa vuol dire per te a venti anni avere un’occasione del genere?
“E’ un’occasione che voglio sfruttare al meglio, spero di poter fare bene principalmente per la squadra e la società, se poi questo può rappresentare a  livello personale un punto di partenza per soddisfazioni ancora più grandi, meglio ancora”.

Quanto pesa sulle spalle un nome come il tuo? Pensi che ti condizionerà mai nella tua carriera?
“Il “peso” del nome non è più tale ormai da tempo, è un qualcosa di superato, credo nelle mie potenzialità e anche nel fatto che se avessi avuto un nome diverso attualmente sarei arrivato allo stesso livello, forse con un altro percorso, in un settore giovanile diverso”.

Ti confronti mai con tuo nonno sul calcio? Ti da mai consigli? Se sì, quali?
“Certo, mio nonno mi dice di stare tranquillo, di cercare di più la porta dato che sono attaccante, ma anche di non intestardirmi in giocate personali e di essere sempre al servizio della squadra”.

Ora massimo impegno con l’Ascoli, ma nei tuoi sogni c’è quello di tornare da protagonista alla Juventus?
“Il sogno di tutti è quello di giocare a grandi livelli, mi auguro nella Juventus, ma andrebbe bene anche un’altra squadra”.

Hai rapporti con Alessandro Del Piero? Ti ha dato dei consigli ora che sei arrivato ad Ascoli?
“Alessandro me ne ha dati tanti di consigli, ci conosciamo da molti anni, mi ha sempre aiutato quando ero alla Juve. Rappresenta il mio esempio per eccellenza, non servono tante parole, basta guardare il suo comportamento quotidiano per apprendere come un calciatore dovrebbe essere”.

Un Mister come Castori, con grande esperienza, può essere un maestro per te. Che rapporto hai con lui?
“Con Mister Castori mi sto trovando molto bene, mi ha dato subito fiducia, è un allenatore che sa essere duro e disponibile allo stesso tempo, mette tutti a proprio agio e nelle condizioni migliori per rendere al massimo. Speriamo prima possibile di tornare a fare risultato, sono certo che avverrà quanto prima, abbiamo solo bisogno di malgamarci un po’ di più”.

 

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta