Coppa Italia, il giorno dopo Genoa-Nocerina, gara pazzesca dei molossi


La buona prestazione della Nocerina contro il Genoa non esalta il tecnico Gaetano Auteri che, dopo una partita emozionante e ricca di colpi di scena, analizza con lucidità il verdetto della sfida del Ferraris: “quella di questa sera è una partita poco attendibile,” precisa subito l’allenatore molosso, “stiamo ancora parlando di calcio di agosto; la Nocerina comunque si è espressa molto bene al cospetto di una squadra di categoria superiore.” Insomma meglio spegnere i facili entusiasmi del pubblico rossonero: “posso ritenermi soddisfatto,” prosegue l’allenatore di Floridia, “al di là del risultato ci siamo mossi bene, mettendo spesso in difficoltà i rossoblu; i nostri automatismi hanno funzionato, del resto la squadra che ha giocato è la stessa dello scorso anno, ma abbiamo commesso qualche errore di troppo in difesa. Dobbiamo migliorare sotto quest’aspetto, in vista del campionato che ci attende”
Insomma, ad una settimana dal debutto in Serie B contro il Sassuolo, dal Ferraris arrivano comunque buone notizie oltre a qualche rimpianto per l’esito della gara: “quella di questa sera è una prestazione che mi lascia ben sperare per il futuro; la strada intrapresa è quella giusta,” conclude Auteri, “vorrei rivedere il quarto gol del Genoa; c’era un calciatore in fuori gioco che, pur non toccando il pallone, ha probabilmente tratto in inganno Gori.”
Per i rossoblù parla il nuovo acquisto Constant, prelevato dal Chievo: “sono arrivato da poco a Genova, mi sto pian piano integrando negli automatismi della squadra,” ha dichiarato dopo il match vinto il calciatore francese, “sono convinto che riusciremo a fare bene quest’anno.” Parole lusinghiere per la Nocerina di Auteri: “è un’ottima squadra mi ha fatto una buona impressione,” prosegue Constant, “si vede che è una squadra che gioca a memoria e credo che non avrà difficoltà a fare bella figura nel prossimo campionato di Serie B.” Poi tocca al match winner Kaladze: “la Nocerina si è dimostrata un bell’avversario,” dichiara l’ex calciatore del Milan, “fanno muove bene la palla e mi hanno fatto un’ottima impressione; ci hanno messo in difficoltà ma quest’anno il Genoa è più forte e può lottare per l’Europa.” Poi un commento sul duello con Plasmati: “è un ottimo calciatore: ci siamo già incontrati diverse volte nel campionato di Serie A; è normale che ci si becchi in campo, siamo due calciatori fisici ed ognuno ha fatto il suo mestiere.”

di Andrea D’Amico

Notizie Correlate

Commenta