Calciomercato Bari, Angelozzi:”Masi vicino. Su Gazzi quasi raggiunta l’intesa con il Chievo. Ghezzal vuole restare in Italia”


A Bari oggi dovrebbe essere il giorno di Masi e forse Borghese. Nell’edizione odierna di Leggo il direttore sportivo Guido Angelozzi è ha fatto il punto sul mercato biancorosso:”Con la Fiorentina siamo ormai ai dettagli – spiega Angelozzi -, la firma di Masi è davvero vicina. Con il Gubbio invece continuiamo a trattare per Borghese. Al momento la loro richiesta (800mila euro) ci pare eccessiva, ma siamo disposti ad un sacrificio economico pur di accontentare Torrente. Magari proveremo a rilevarne la comproprietà. In ogni caso ho pronta un’alternativa importante, ci sto lavorando da giorni”.
Nella trattativa Masi non verrà inserito il giovane Grandolfo:“Resterà a Bari – puntualizza Angelozzi -. Solo un’offerta economica importante potrebbe spingerci a cedere la metà dell’attaccante”. Diverso il discorso per Andrea Masiello, vicinissimo all’Atalanta.
“I bergamaschi sono in netto vantaggio su Parma e Siena – prosegue il ds -. C’è un accordo di massima per la cessione della metà del difensore a circa 2.7 milioni di euro e l’inserimento di Defendi come contropartita tecnica. Defendi è un calciatore che mi è sempre piaciuto, non a caso lo portai a Lecce tre anni fa. Poi è uno duttile, può fare sia la mezzala che l’esterno offensivo, l’ideale per noi”. In agenda anche un incontro con il Chievo Verona per la cessione di Gazzi:”Il club veronese è in pole position, anche perché potrebbe girarci uno tra Iunco o De Paula, attaccanti che ci farebbero davvero comodo. Un affare tecnico ed economico”.
In entrata riflettori puntati su Martinho, centrocampista del Catania, e Mastronunzio, attaccante del Siena. “Martinho ci ha dato la sua disponibilità a trasferirsi in Puglia, ma la società siciliana non ha ancora deciso se lasciar partire il calciatore. Poi aspettiamo una risposta da Mastronunzio. Con il Siena c’è un accordo di massima anche per coprire l’eventuale ingaggio (400mila euro), ma deve convincersi il giocatore”. Chiusura dedicata ai giocatori in lista di partenza. “Per Huseklepp l’offerta del Celtic non ci soddisfa. Ghezzal piace all’estero, ma vorrebbe restare in Italia. Su Donati solo timidi sondaggi ma nulla di concreto. Verranno tutti in ritiro. Se ci sarà un’opportunità li lasceremo partire, altrimenti resteranno a disposizione di Torrente”.

Notizie Correlate

Commenta