Concessi gli arresti domiciliari a Marco Paoloni dopo il suo interrogatorio nella giornata di oggi. Il portiere della Cremonese dovrà stare nella sua casa di Cremona, in modo da essere più vicino possibile al luogo dove si svolgono gli interrogatori e la sua detenzione sarà applicata in modo rigido, con l’assoluto divieto di comunicare con persone che non siano la moglie, la figlia o isuoi avvocati.