Serie B Novara, ESCLUSIVO/ Tesser:”L’arma in più? Il nostro gruppo unito”


Sarà il Novara a disputare la finalissima di questi playoff contro il Padova di mister Dal Canto. Due rivelazioni, due sorprese, due matricole che forti della loro imprevedibilità e della loro freschezza hanno più volte “steso” club più blasonati e hanno portato i loro colori fino alla finalissima di questo campionato Serie Bwin. Sarà la gara di Dal canto contro Tesser, oltre che dei 22 uomini che scenderanno in campo: l’esordiente contro il grande esperto di B, l’ ex tecnico della Primavera del Padova contro un vecchio volpone che di campionati cadetti ne ha disputati ad oltranza. SerieBnews.com ha intervistato in ESCLUSIVA Attilio Tesser, tecnico del Novara delle meraviglie.

MARCIA VINCENTE:”E’ stato un anno duro, pieno di risultati meritati sul campo. Tante partite combattute, non solo queste dei playoff, e direi che abbiamo meritato di vincere perchè il nostro Novara è stato in gioco dal’inizio fino alla fine”.

ESULTANZA RABBIOSA:”Non è successo nulla. Ero felice per il gol e per l’importanza di quest’ultimo arrivato al novantesimo. Data l’importanza del gol credo che sia anche giusta un esultanza di questo tipo. Mi sembra poi che non sono stato l’unico in queste gare di playoff”.

GRUPPO FORTE:Non ci sono formule magiche nel mio Novara. Forse il gruppo molto unito è l’arma in più. Tutte le motivazioni e la carica in più sono la forza del nostro gruppo di lavoro che da due anni sta facendo ottime cose. Io sono nel calcio da tanti anni e trovare un gruppo come questo non mi era mai capitato”.

FINALISSIMA:”Ora arriva il Padova e sarà una gran finale. A prescindere delle tensioni sarà una bella partita, perchè dopo un lungo cammino di 42 partite nessuno vorrà mollare proprio ora. Il Padova è una squadra che si è ritrovata dopo un avvio in sordina e come noi darà il massimo”.

MESSAGGIO ALLA SQUADRA:”Ho visto tanti ragazzi piangere dopo la vittoria di ieri per l’entusiasmo. Molti di loro vengono dalla Lega Pro e credo che siano stati momenti indimenticabili. Le nostre ambizioni sono poi cambiate in corsa: dal doversi salvare il prima possibile alla rincorsa alla Serie A. Il gruppo unito rimane la nostra forza”.

Di Nicolo’ Ballarin

Notizie Correlate

Commenta