Serie B Padova, Vantaggiato:”Pronto per la battaglia nelle partite importanti”.


Daniele Vantaggiato scalpita come un cavallo di razza che vuole essere liberato per correre. Con l’infortunio alle spalle la voglia di tornare in campo determinante per se e per i suoi compagni è tanta, se poi il match è quello decisivo per la stagione allora la voglia aumenta ancora di più:”Sto benissimo son pronto da tre settimane ed aspetto il mio turno. Se veramente mancherà El Shaarawy chiunque lo sostituirà sono certo darà il massimo. Il mister mi ha provato anche come punta esterna per avere un eventuale alternativa. Con l’assenza di El Shaarawy se toccherà a me farò quel ruolo senza problemi l’ho già fatto in passato ed anche la scorsa stagione, anzi, mi piace molto giocare lì” Dopo tanto tempo fermo la reattività e la resistenza non saranno quelle di sempre, difficile reggere tutta la partita cominciando dall’inizio:”Non so se ho già i novanta minuti nelle gambe ma ad essere pronto io mi sneto pronto. Se capiterà di giocare dall’inizio sarò felice perchè non gioco da tre mesi, se invece dovessi entrare in corso d’opera sarà la stessa cosa. Speravo di giocare a Livorno e non è successo ora speriamo di fare qualche minuto in questa partita e magari anche dopo. Il mister ha fatto le sue scelte dicendo che gli altri stavano meglio di me e lo rispetto. E’ difficile per lui cambiare quando le cose vanno bene specie nel mio caso che torno da un infortunio. Io comunque nelle partite importanti ho sempre fatto bene”. Torino-Padova, match clou che fa sognare la serie A:” Torino è una gran piazza e la gente spingerà tanto per dargli una grossa mano. Noi dobbiamo far passare il tempo così crescerà la tensione su di loro, le gambe comincieranno ad essere pesanti e dovremo colpirli in quel frangente. Detto questo guai a pensare di giocare per il pareggio, noi dobbiamo fare la nostra partita con il nostro gioco. L’obiettivo mio e dei miei compagni è di arrivare quinti e superare pure la Reggina. Per farlo bisognerà vincere a Torino e ci crediamo. Non sai mai cosa può succedere tra la terza e la sesta e rischi anche di trovarti con due pareggi in A. Comunque prima usciamo da Torino vincenti e poi ne riparliamo, loro attaccheranno e noi dovremo essere bravi a giocare in velocità e magari colpire con qualche contropiede”.

Notizie Correlate

Commenta